sabato 10 novembre 2012

San Martino e i dilemmi dell'uva fragola


Quando ero piccola nei vecchi sussidiari si dava ancora particolarmente rilevanza alle Stagioni ed in particolare a San Martino, a questo momento magico, transitorio tra l'Autunno e l'Inverno. 
La maestra ci raccontava la leggenda del Santo che generoso donava il suo mantello e recitava la poesia di Carducci, una delle prime che s'imparava a memoria e di cui ancor oggi mi parte in automatico la declamazione osservando "la nebbia agli irti colli piovigginando" salire o scendere... 
San Martino nella cultura rurale è sempre stato un momento molto importante, si leggono, anche in rete, moltissime storie interessanti  legate a questo particolare giorno dell'anno, ma oltre alle sue varie valenze politiche, sociali e gestionali era da considerarsi un giorno di festa in cui si stappava il vino novello e lo si degustava magari con le caldarroste. 
 In campagna in occasione della festa dei Santi ho raccolto con mio suocero dell'uva fragola, lo scopo era addobbare la tavola e magari degustarne qualche chicco a fine pasto... che per me è rievocazione dell'infanzia con il palato. Quando sono andata via, credendo di farmi cosa gradita, i suoceri hanno raccolto tutti i grappoli rimanenti e me li hanno portati qui. Appena mi sono vista il cestino ricolmo mi è venuto un accidenti "e iooo con tutta quest'uva fragola che ci faccio???" Da lì è partita una ricerca in rete che mi ha fornito mille spunti. Ho optato per la marmellata ma ho anche fatto un errore e le mie "ricercuccie" mi hanno dato risposte ma lasciato in sospeso con varie domande. In breve... l''uva fragola (che sopporta meglio di altre "sorelle" il freddo) è una delle più antiche viti americane importate, per questo ed altri motivi è stata sempre "maltrattata" anche dalla legislatura italiana che, se non è arrivata proprio a proibirla, ne ha comunque vietato la vinificazione, la diffusione e talvolta ne ha imposto lo sradicamento. Insomma l'uva fragola si può coltivare solo per uso personale... Tra le accuse che ha collezionato c'è stata quella che non si poteva vinificare perché produce troppo metanolo rispetto all'uva "nostra" (e qui in rete ci sono duemila scuole di pensiero). Questo metanolo è alto... perché... TADAAAAA l'uva fragola è ricca di pectina... e le pectine fermentando si tramutano in metanolo. Risultato... pur non avendoci messo ne' mela, ne' pectina, ne' limone... pur avendola tolta dal fuoco ancora liquidosa (dopo una luuuunga cottura perché ignoravo la cosa) ... la mia marmellata si è un po' indurita, cosa che non mi ha proibito di usarla per la crostata :) La domanda che mi sorge ora spontanea è: se la pectina produce metanolo... come la mettiamo con il sidro di mele????????? 
 Questi giorni sono anche stati molto creativi... ci siamo divertiti con forbici, colla ecc ecc... costruendo il nostro "DISTRIBUTORE di BENZINA" per la macchina e la moto di Pietro, abbiamo iniziato a progettare e ideare il CALENDARIO dell'AVVENTO e le LANTERNE di San Martino
Io mi sono fatta due regalini per i miei prossimi esperimenti culinari... in cui spero prima o poi di rimettere in moto la Vecchia Imperia di famiglia. 
Nel mentre i personaggi preferiti del momento del cucciolo sono "Quelli che fanno OHHH" che non sono i Bambini di Povia ma gli Alieni di Toy Story. 
Domani speravamo tantissimo di recarmi alla "Mostra dalla A alla Zucca" , come ormai è nostra tradizione in questo periodo dell'anno, volevamo mangiare le frittelline di zucca, berci un po' di vin brulè, portarci via una crostata (ne ho parlato qui) e anche il loro famoso ricettario... e respirare l'Autunno. Purtroppo non so se sarà possibile, qui diluvia e c'è l'allerta... peccato.... sarebbe stato un bellissimo modo per festeggiare San Martino... Nel frattempo le nostre lanternine sono state ultimate e illuminano e riscaldano la nostra serata :)

7 commenti:

  1. Bello il tuo blog!
    Ti seguo!
    A presto.
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  2. La marmellata di uva fragola deve essere buonissima! effettivamente però è davvero difficile trovarla in giro! Se però la trovassi... saprei ancor di più che cosa farne!
    I vostri lavoretti creativi sono pazzeschi! Noi per il momento ci siamo limitati alle lanterne!
    E buon San Martino a te, frizzante Miss Meletta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il "frizzante" è un bell'epiteto... mi piace ... specie a San Martino quando si aprono i vini novelli ;))))

      Elimina
  3. Ma le vostre lanternine sono stupende!!!

    Per me l'uva fragola è legata a bellissime ricordi... alla mia infanzia in campagna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me l'uva fragola equivale a ricordi dell'infanzia :) Grazie per i complimenti sulle lanternine, ci siamo più che altro divertiti a progettarle e realizzarle ;)

      Elimina
  4. Sto ... sfogliando il tuo blog e tutto, persino le ricette di cucina, mi sembra un mondo di poesia.
    Anch'io ti seguo e spero non ti dispiaccia.
    Complimenti di cuore!
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie :))))) No non mi dispiace... anzi mi fa mooolto piacere ;)

      Elimina